10 cose da mettere nella valigia del nuorese

Quando abiti fuori dalla Sardegna, arriva sempre il momento di organizzarti per tornare a casa, a Nuoro per esempio, per alcuni giorni.

Ormai anni e anni di compagnie aeree low cost ci hanno abituato ad essere razionali, a calibrare bene il peso, ad indossare due maglioni anche ad agosto e a riscoprire le tasche dei giubbotti come vano porta oggetti.

Quando torni a casa, tuttosommato la valigia potrebbe essere semivuota. Ma è quando devi righirare che il discorso cambia.

La valigia, nel 90% dei casi, non deve essere imbarcata. Rischieresti di perdere più tempo ai nastri di consegna che imbottigliato a Ferragosto nel centro di San Teodoro ai tempi d’oro.

Ecco quindi le 10 cose che un nuorese mette in valigia per il suo rientro a Milano:

1) Pane carasau: quello con la confezione (pardon packaging) in cartone è più resistente agli urti. Consigliato nel caso in cui lo si voglia far conoscere al milanese di turno.

2) Pane guttiau: è una droga per i continentali.

3) Un casizzolu sottovuoto.

4) Una salsiccia sottovuoto.

5) Un calendario da appendere al muro (se siamo nel periodo di Natale).

6) Quel maglione ingombrante, portato per le vacanze, perchè pensavi ci fosse freddo e invece non l’hai mai usato e ti occupa tre quarti della valigia.

7) Un libro che non avevi mai letto, ma che in qualche modo senti di dover leggere. Peccato che abbia la copertina in cartonato, pesi più della valigia stessa e anche in questo caso, ti occupa buona parte dello spazio.

8) Arrotoli due paia di pantaloni, le magliette e le 3 camice come se stessi lavorando la pasta con il mattarello: più sottile viene, meglio è.

9) Incastri, tra un pantalone e il bordo valigia, il caricabatterie del cellulare, quello della macchina fotografica, la penna usb, la custodia degli occhiali, il caricabatterie del computer. Tra una maglietta e l’altra metti anche il computer, anche se sai benissimo che una volta in aeroporto, dovrai smontare tutto. E questa è una cosa che detesti.

10) Da qualche parte, c’è spazio anche per i “cocconeddos”.

La valigia si chiude perfettamente, la pesi un po’ ad occhio. Speri che non ti stressino per quel milligrammo in più. Speri che anche questa volta, la valigia entri “a intradura” nei box di ferro che ne misurano le dimensioni.

Massimo Demelas
http://www.massimodemelas.wordpress.com

Fare la valigia prima di partire

Fare la valigia prima di partire

Annunci

Un pensiero su “10 cose da mettere nella valigia del nuorese

  1. Quando prendevo l’aereo era una continua lotta: 1 valigia vuota all’andata, 2 stracolme al ritorno, e chentumizza prove per cercare di sforare solo di 3-4 etti il peso massimo (e poi al check in “che strano! eppure a casa eravamo sotto il peso consentito!! sia gentile…”). Ovviamente 3/4 della spesa che i tuoi han fatto per non farti morire di fame in continente, in quel peso non ci rientra, perché tu hai imboscato fra i vestiti 6 bottiglie di vino più 4 ichnusa che, non si discute, vengono su con te, e tutto quel formaggio e quel carasau ti piange il cuore ma non ci sta.. Tua madre ti guarda in preda alla disperazione, e tu che cerchi di rassicurarla “ma’, ce l’hanno anche all’esselunga il carasau!” e nel mentre che lo dici pensi “è spesso come un davanzale, fatto per i continentali, ma ce l’hanno..”. Ora per fortuna ho un cane e devo scendere per forza in macchina, macchina che al ritorno tocca terra da quanto è carica ovviamente…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...