10 cose che colpiscono un nuorese a Milano

Ecco l’elenco delle 10 cose che colpiscono un nuorese a Milano.

1) Nessuno è di Milano. Usate questa massima per non avere sensi di colpa quando qualcuno vi chiede l’indicazione per una via e voi non la conoscete. Il più delle volte sentirete “scusa, non sono di Milano” oppure “scusa, non sono di qui” oppure “sei sardo? Che bello, sono stato in Sardegna” e tu risponderai “dove?” “non ricordo, in un villaggio turistico…uhmmm dimmi qualche nome che adesso non mi viene in mente”;

2) Sentirai sempre:
– “cafferino” invece di caffè
– “brioscina” invece di brioche, pardon “pasta”
– “partitina” invece di partita
– “aperitivino” invece di aperitivo
– “sushino” invece di sushi

Ma quando potrebbero liberamente adottare una parola dall’italiano, come CAPPUCCINO, lo chiameranno CAPPUCCIO.

3) Appena dirai che scendi in Sardegna, loro la vedranno come una vacanza con mare, spiaggia, sole e tutto il resto. Non si rendono conto che in realtà stai scendendo per salutare la tua famiglia (che non vedi da un pezzo) o che per esempio, devi aiutare nella vendemmia. Ad ogni modo, per il nuorese, nel 90% dei casi, tornare in Sardegna per le feste, il più delle volte coincide con casu, petta e binu.

4) Incontrerai tanti coetanei sbalorditi del “ma quindi non vivi più coi tuoi” “ma quindi hai vissuto con persone estranee” “ma quindi torni a casa 2/3 volte l’anno”.

5) Rimani colpito dalla schiacciante offerta formativa. A tutti i livelli. Rimani scioccato che, anche alle superiori studiano grafica, che ci sono un miliardo di facoltà, che in tanti studiano scienze della formazione.

6) Il nuorese sentirà spesso “Non si sente molto che sei sardo”. Ma dopo il primo giorno “Si, si sente”.

7) Aprono le vocali. Tendenzialmente la “o” si trasforma in “a” con relative conseguenze.

8) La casa editrice “Hoepli” che tu hai sempre pronunciato O-E-P-L-I, dopo anni e anni ti rendi conto che va detta IUUPLI.

9) Tagliano le parole più inimmaginabili:
– “spiega” invece di spiegazione
– “dida” invece di didascalia
– “pome” invece di pomeriggio
E ovviamente il nostro simpatico amico “CAPPUCCIO” invece di cappuccino.

Un saluto,
Massimo Demelas

http://www.massimodemelas.wordpress.com

Duomo Milano

Duomo Milano

Annunci

Un pensiero su “10 cose che colpiscono un nuorese a Milano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...