Quale alimento non può mancare all’Expo? Il pane guttiau

Quale alimento non può mancare all’Expo? Il pane guttiau.

In questi ultimi giorni si è parlato del fatto che la carne di “maialetto sardo” non sarà presente all’Expo 2015 di Milano.

Nell’isola e non solo si è diffuso uno sdegno totale per questa decisione.
Anche Briatore si è pronunciato con questo tweet:

Briatore e il suo tweet pro-maialetto all'Expo 2015 di Milano

Briatore e il suo tweet pro-maialetto all’Expo 2015 di Milano

La cosa che mi dispiace di più di questa vicenda è questa:

1) poteva essere l’occasione per spiegare a quei millemila turisti e amanti della Sardegna che il “maialetto” si chiama “maialetto” o anche “porcetto” ma NON, ripeto NON, maialino.

2) che la bontà del maialetto, quel sapore unico e inconfondibile non potrà essere sostituito da niente. Nemmeno dalla carne di coccodrillo dello Zimbabwe, che ha avuto invece il via libera.

Di buono c’è questo:

1) finalmente potrò evitare di sentir dire frasi come:”ma come, non hai voglia di maialetto? Allora non sei sardo” come se il maialetto fosse l’unica nostra specialità e come se mangiassimo sempre e solo maialetto.

2) ci sarà più spazio per il pane guttiau.

Il pane guttiau, un mix di gusto, sale, olio e imbarazzanti scene di sgranocchiamenti infiniti, senza possibilità di sosta.

Solitamente quando lo presenti a qualche neofita della Sardegna si trova un po’ spiazzato, osserva questi dischi di pane con un certo distacco. Forse ha sentito parlare del pane carasau, ma mai del guttiau.

Così dopo le solite battute in stile “carasau meravigliau” fatte giusto per congelare l’ambiente si arriva finalmente alla fase dell’assaggio.

L’assaggio del pane guttiau si divide in 5 fasi:

1) insegni al futuro guttiau-dipendente che può spezzare giusto un pezzetto. Spieghi che non ha senso morsicare 3 pezzi tutti assieme. Quello può farlo tranquillamente con un BigMac.

2) Spezzato il pane in diversi pezzi, apri la bocca, poggi un pezzo di pane sulla lingua.

3) Chiudi gli occhi, conti fino a 3 e pensi che da quel momento inizierà la tua guttiau-dipendenza.

4) Apri gli occhi, inizi a sgranocchiare. Nello stesso momento, prendi il secondo pezzetto.

5) Dal secondo pezzo in poi, inizierai a mangiare pane guttiau come se non ci fosse un domani. Venderai anche la TV per comprarne sempre maggiori quantità.

Detto questo. È vero, non ci sarà il maialetto. Ma sicuramente all’Expo 2015 di Milano, per quanto riguarda la Sardegna non mancherà il PANE GUTTIAU.

Quindi abbuffatevi e perdetevi nella sua immensa scioglievolezza, pardon croccantezza.

Massimo Demelas

Il Pane Guttiau della Sardegna

Il Pane Guttiau della Sardegna

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “Quale alimento non può mancare all’Expo? Il pane guttiau

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...